AUTOSTRADE PER L’ITALIA: PRESENTATO IL PROGETTO PER LA RICOSTRUZIONE DEL PONTE MORANDI

Realizzato dal concessionario e inviato al Commissario Straordinario Marco Bucci, il progetto prevede la demolizione e la ricostruzione dell’opera in 9 mesi.

Autostrade per l’Italia ha presentato al Commissario Marco Bucci il progetto per la demolizione e ricostruzione del ponte Morandi. Un piano che prevede la realizzazione del nuovo Ponte entro 9 mesi dall’approvazione del progetto e dalla disponibilità delle aree. Sono state fornite”garanzie” molto solide, con l’assunzione di impegni contrattuali che prevedono – nel caso di ritardi,  per la sua realizzazione, ovvero assumendo impegni contrattuali che prevedono –... Continua a leggere...

AUTOSTRADE PER L’ITALIA IN PRIMA LINEA A GENOVA PER IL RIPRISTINO DELLA VIABILITA’ LOCALE

Realizzate nei tempi prefissati da Pavimental, società del Gruppo Atlantia, la Via del Papa, il relativo bypass e la Via 30 Giugno.

Autostrade per l’Italia, grazie alla stretta collaborazione con il Comune di Genova e la Regione Liguria, è in prima linea  negli interventi per realizzare le prime opere di viabilità necessarie a ridurre i disagi alla mobilità provocati dal crollo del ponte Morandi.

Grazie a Pavimental – società collegata ad Autostrade per l’Italia, specializzata nella realizzazione di infrastrutture per la mobilità – è stata riaperta la nuova via della Superba, oltre al  relativo bypass... Continua a leggere...

REPORT: Autostrade doveva installare i sensori sul Ponte

AUTOSTRADE RISPONDE:
Sul tema dei sensori il prof. Gentile del Politecnico di Milano conferma che non c’era un rischio evidente e imminente. Le sue raccomandazioni circa l’inserimento di sensori furono immediatamente recepite dal progettista nel progetto di retrofitting.

REPORT: Autostrade aveva già previsto la demolizione del ponte Morandi

AUTOSTRADE RISPONDE: I progetti di demolizione sviluppati a partire dal 2001 non hanno nulla a che fare con la sicurezza del ponte Morandi. Aspi ha studiato varie opzioni di potenziamento del tratto autostradale di Genova. Una di queste prevedeva l’affiancamento di un nuovo ponte a 4 + 4 corsie a servizio sia del Polcevera che della nuova Gronda. Una volta costruito il nuovo ponte sarebbe stato smontato l’attuale. Questa proposta fu accantonata nel corso del dibattito pubblico.

REPORT: Il CDM si riunisce il 15 agosto a Genova. Il grande assente è Autostrade.

AUTOSTRADE RISPONDE:
FALSO. Autostrade per l’Italia, a partire dal suo Amministratore Delegato, era presente a Genova ininterrottamente dalle ore 17 del 14 agosto. La società si è attivata sin da subito dopo il crollo per dare il massimo supporto alle autorità pubbliche e ai soccorritori per far fronte all’emergenza. Autostrade ha messo a disposizione uomini e mezzi che hanno lavorato in continuo coordinamento con la Protezione Civile e le istituzioni locali.